La lava dell’Etna
lava

Guida alle diversità 

La lava dell’Etna si manifesta attraverso una varietà sorprendente di forme e caratteristiche

L’Etna non è solo un vulcano maestoso, è il cuore pulsante della storia millenaria di questa terra. 

Le sue eruzioni imponenti, hanno plasmato il paesaggio e la vita stessa dei territori circostanti per secoli. Ogni flusso di lava, ogni cresta fumante racconta una storia antica e affascinante. 

In questo viaggio, esploreremo le origini di questa meraviglia naturale e le sue implicazioni pratiche e turistiche. 

La diversità della lava dell’Etna

Fin dall’alba dei tempi, l’Etna ha costantemente reinventato il suo materiale lavico, creando una vasta gamma di tipologie di lava. Non esiste un’unica forma di lava etnea; piuttosto, essa si è evoluta nel corso dei millenni in risposta alla dinamica del vulcano e alle sue profonde radici nella crosta terrestre.

Emergendo dalle acque circa mezzo milione di anni fa, l’Etna ha dato vita a eruzioni basaltiche, caratterizzate da una lava densa e fluida. Successivamente, circa 100.000 anni fa, ha iniziato a produrre lave più viscose e granitiche. Nel corso dei secoli, ha alternato queste tipologie con lave tufacee, per poi ritornare alle origini basaltiche nell’era moderna. Tuttavia, il futuro riserva ancora misteri e scoperte inaspettate.

Tipologie di lava e le loro caratteristiche

Le lave dell’Etna possono essere classificate in base al loro contenuto di silice. Le lave “granitiche”, ad alto contenuto di silice, tendono a essere estremamente viscose e formano strutture come cupole e guglie. Quelle “andesitiche”, intermedie in termini di silice, rappresentano una via di mezzo tra le lave viscose e quelle fluide.

Al contrario, le lave “basaltiche”, a basso contenuto di silice, sono estremamente fluide e si manifestano in varie forme. (lave a corda, blocchi coriacei, basalti colonnari e pillows). Nonostante la predominanza delle lave basaltiche, l’Etna presenta una ricca diversità di forme e strutture laviche, rendendola unica nel suo genere.

Caratteristiche distintive della lava dell’Etna

La lava dell’Etna, pur appartenendo alla tipologia basaltica, presenta caratteristiche uniche che la distinguono da altre lave simili. Nonostante la sua fluidità, è spesso associata a episodi stromboliani, caratterizzati da esplosioni violente. La sua solidificazione rapida e la lenta progressione sul territorio possono creare fenomeni come l’ingrottamento.

Ricca di ferro, la lava etnea assume tonalità rosse e arancioni quando si raffredda, mentre la sua superficie è tagliente e scintillante grazie agli elementi vetrosi presenti. La presenza di microscopiche particelle di oro aggiunge un ulteriore fascino a questa meraviglia naturale. Questo, però, può causare interferenze con dispositivi magnetici ed elettronici a causa dell’elevato contenuto di polveri ferrose.

Utilizzi e implicazioni pratiche della lava dell’Etna

Per secoli, l’uomo ha sfruttato la roccia lavica dell’Etna per una vasta gamma di scopi. Grazie a questa, sono state costruite strade e muri, create opere d’arte e decorazioni architettoniche. Sebbene un tempo fosse possibile manipolare la lava ancora bollente per scopi artistici, oggi tale pratica è vietata per motivi di sicurezza.

La lava può essere anche polverizzata e utilizzata per creare paste modellabili estremamente resistenti, utilizzate per la produzione di oggetti come vasi, bottiglie e mattonelle. Questa risorsa naturale è diventata una parte integrante della cultura e dell’artigianato locale. Contribuisce alla creazione di opere uniche e distintive.

Destinazioni turistiche imperdibili

Per i visitatori interessati a esplorare le meraviglie della lava dell’Etna, ci sono numerose destinazioni imperdibili. Dalle grotte laviche che offrono un’esperienza unica di camminare all’interno della lava stessa, alle maestose colonne basaltiche lungo il lungomare di Aci Trezza e alle suggestive Gole dell’Alcantara, ci sono innumerevoli opportunità per ammirare la bellezza e la diversità di questo fenomeno naturale.

Inoltre, le “cascate di lava” nella zona di Ripe della Naca offrono uno spettacolo mozzafiato.

_________________________________

In conclusione, la lava dell’Etna rappresentano non solo una meraviglia naturale, ma anche una risorsa preziosa per la cultura e l’economia della regione. Con la loro diversità e bellezza unica, continuano a ispirare e affascinare visitatori di tutto il mondo, offrendo un’esperienza indimenticabile nel cuore della Sicilia.